IL COLORE DELL’ARIA (volume 3 – Ciclo Ecologico)

IL COLORE DELL’ARIA (volume 3 – Ciclo Ecologico)
CBR
Questo volume è una riflessione attraverso il fumetto, sui sensi umani. Sulla nostra capacità di percepire i colori, che vengono utilizzati attraverso l’espediente di una loro lenta ricomparsa man mano che si sfogliano le pagine del libro, man mano che i personaggi escono dalla depressione della catastrofe. Le citazioni filosofiche rappresentano le ultime vestigia, gli ultimi drappi di ciò che è rimasto della civiltà umana. Frasi estratte dal contesto che le ha generate diventano assurde ed irreali, senza senso. Ricordano la concezione platonica dell’universo, con la differenziazione delle arti dove quelle meno legate alla materia (come la musica, la poesia o appunto la filosofia) sono le forme di espressione più pure e perfette.
C’è il capitano dello Zeppelin, che per tutta la storia appare come un cadavere rimasto appeso ad alcuni cavi che pendono sotto la nave in balia delle correnti aeree e che invece nel finale riserva un’inaspettata sorpresa. Ridestandosi, risveglia i propri sensi (grazie alla natura) e questi gli permettono di indirizzare il veicolo aereo verso la salvezza. Il cannibale, che cerca di trovare una risposta a tutto quel caos solo sfamando la sua fame corporale. Ed infine le balene, appaiono all’improvviso galleggiando nell’aria come se fosse il loro elemento naturale, richiamate da echi che l’uomo non riesce a sentire (il canto delle balene) e hanno il compito di concludere tutta l’opera di restauro avviata dalla Natura.

 

DOWNLOAD

Mirrors: EasyBytez

Loading...